Borse: crolla Tokyo

Nelle ultime ore si è registrato un forte passo indietro sul mercato asiatico, e in particolare sulla borsa di Tokyo, dove il Nikkei chiude con -7% sotto i 15mila punti. Dopo le parol di Ben Bernanke, dirigente della Federal Reserve, che aveva parlato di una riduzione degli investimenti monetari Usa, i risultati negativi non sono tardati ad arrivare. L’indice Nikkei in un primo momento aveva subito un rialzo del 2%, per poi scendere in picchiata e chiudere con un saldo negativo del 7,32%.
Il timore che la Federal Reserve possa diminuire gli acquisti di Trasuries nei prossimi mesi ha condizionato il mercato, come hanno subito evidenziato gli analisti. Tutta colpa di Bernanke insomma, e il mercato giapponese si è confermato strettamente dipendenti dai titoli di stato made in USA.
Le conseguenze sul mercato asiatico sonbo enormi. Da poco è arrivata la notizia di una contrazione del mercato manifatturiero cinese dopo mesi e mesi. E intanto gli investitori istituzionali giapponesi hanno tagliato l’acquisto di bond esteri, mentre gli stranieri continuano ad acquistare titoli del mercato giapponese.

Ti potrebbero anche interessare: