Ecco l’auto che si guida da sola: come cambia il mercato

 

images Per la prima volta al mondo sulle strade di Parma ha fatto la sua comparsa un’auto che si guida da sola, il frutto di oltre 15 anni di ricerche da parte del VisLab dell’Università di Parma diretto dal professor Alberto Broggi.

 

E’ una semplice berlina a benzina, ma è in grado di procedere autonomamente senza pilota, grazie a un complesso sistema di laser, sensori e un calcolatore in grado di prendere decisioni. Una scoperta sorprendente, costata anni e anni di lavoro e milioni di euro in finanziamenti.

 

I ricercatori si sono serviti però di materiali di facile reperimento, sensori a basso costo, videocamere comuni: tutto per favorire la possibile industrializzazione della macchina che guida da sola. Non è lontano ormai un futuro in cui le auto si guidano da sole. Già nel 2011 Google aveva avviato un progetto per creare un’auto senza pilota, eppure il progetto è ancora in fase di test.

 

Audi,Toyota e Mercedes-Benz da tempo sono interessate a questo tipo di tecnologia, e la scoperta dell’Università di Parma potrebbe davvero rivoluzionare il mercato dell’auto internazionale. Il vero scoglio sarà abbassare i costi al punto da rendere le auto accessibili agli utenti.

 

Dopo le auto che si parcheggiano da sole, le self-driving car potrebbero cambiare volto alle nostre strade. Secondo le ricerche le auto guidate dai computer consentirebbero di eliminare definitivamente problemi quali il traffico e la ricerca del parcheggio. Non resta che aspettare.

 

Elio Errichiello

Ti potrebbero anche interessare: