Indicatore RSI (Relative Strength Index)

Uno degli indicatori più interessanti e utilizzati nel trading online è l´indicatore o oscillatore RSI. Quest´ultimo fa parte della famiglia di indicatori definiti Momentum, molto utilizzati dagli analisti che vivono di analisi tecnica, ed che ci da quindi informazioni importanti sull´andamento del prezzo di un particolare asset.

Il Relative Strength Index (RSI) detto anche indice di forza relativa, fu creato da John Welles Wilder, rendendolo noto all´interno della pubblicazione “ New COncept inThechnalical Trading System, scritto nel 1978.

Lo scopo di questo indicatore è quello di fornirci informazioni grafiche, dei momenti cossi detti “ estremi” all interno della giornata di trading. Questi momenti estremi vengono definiti:

Momenti di IPERCOMPRATO

Momenti di IPERVENDUTO.

Identificare queste zone può essere molto utili per un trader, in quanto una volta raggiunti questi livelli, potrebbe essere arrivato il momento per i mercati per “ stabilizzarsi” e quindi rappresentano importanti segnali di entrata o uscita di un dato investimento.
L´indicatore RSI viene calcolato con la seguente formula matematica:

RSI: 100 * U/(U + D) dove:

U = media delle differenze di chiusura al rialzo di X giorni
D = media del valore assoluto delle differenze di chiusura al ribasso di X giorni

In base a questo calcola RSI crea una classe di valore che va da o a 100 e all´interno di questo range possiamo appunto trovare interessanti zone di estremo che definiremo di IPERCOMPRATO quando l´indicatore/oscillatore si troverà al di sopra di 70 (2.) e di IPERVENDUTO quando l´indicatore/oscillatore si troverà al si sotto dei 30 (1.), considerando un RSI (1.) con 14 unitá ( consigliato), in quanto un aumento di unitá di calcolo di RSI potrebbe far aumentare i livelli di ipercomprato a 80 e ipervenduto a 20.

Schermata 04-2456755 alle 15.41.11

Questo indicatore si applica molto bene  alle strategie di opzioni binarie e di trading in generale, in quanto un raggiungimento di situazione “ estreme” per esempio di IPERCOMPRATO porterebbe consigliare un intervento sul mercato con una strategia ribassista mentre al contrario raggiungimenti di livelli di IPERVENDUTO consiglierebbero entrate nel mercato con investimenti rialzisti. In altre parole quando l´indicatore raggiunga una posizione di ipercomprato oppure di ipervenduto si ipotizza una correzione del prezzo in senso contrario.

 

NOTA BENE: Ovviamente tutte le ipotesi appena fatte non vanno prese alla leggere, ed ogni investimento basato sullo studio dell RSI deve essere ben ponderato.

Sappiamo infatti che diversi mercati potrebbero generali segnali di ipercomprato o di ipervenduto troppo in anticipo e questo potrebbe risultare in un uscita prematura da un trend ancora valido. C è ancora da notare che in alcuni mercati una situazione “ estrema” di ipercomprato o di ipervenduto potrebbe durare anche per molto tempo, falsando cosi il nostro investimento.

Nella nostra pagina dedicata alla strategie abbiamo sviluppato una strategia per le opzioni binarie 60 secondi che abbiamo trovato molto interessante e che sfrutta intersezione tra l´oscillatore RSI e la media mobile ( di solito a sette preiodo) in entrambi le direzioni, come segnale di apertura di posizioni nelle opzioni binarie.