Miliardario a 17 anni grazie a una app

La storia sembra quella di un film dalla trama scadente, ma a volte la verità supera la finzione. Così ecco lo strano caso di Nick D’Aloisio, teenager di appena 17 anni, che da un giorno all’altro si è ritrovato miliardario grazie a una App che ha creato quando aveva solo 15 anni.
Nick D’Aloisio, che studia a Londra per diplomarsi, aveva creato alcuni anni fa Summly, una app studiata per sintetizzare articoli e testi ricercati sul web. Yahoo ha deciso di puntare sulla sua invenzione, e ha investito circa 30 miliardi di dollari per assicurarsi la app. Dopo l’acquisto, le azioni di Yahoo hanno subito avuto un’impennata in borsa, D’Aloisio è uno dei più giovani miliardari al mondo, e ora continuerà a lavorare per Yahoo in attesa di diplomarsi.
Summly era stata già lancita l’anno scorso, ottenendo grandi consensi, considerata come una delle migliori app per smartphone e iPhone in circolazione. L’idea è quella di rendere più semplice la ricerca di informazioni e riassumere in un minimo di caratteri i risultati delle nostre ricerche.

Come Yahho spiega sul suo blog: «La maggior parte di articoli e web pages sono formattati per la ricerca tramite mouse con i click. La possibilità di scorrerle su un telefono o un tablet può essere una grande sfida. Puntiamo a un modo più facile di identificare cosa è importante per noi».

D’Aloisio, che ha iniziato a ideare app per telefonini quando aveva 12 anni, ora inizia a pensare in grande. Forse il suo vero asso nella manica è essere un teenager, il che gli consente di pensare fuori dagli schemi classici e seguire gli interesse dei suoi coetani, che sono gli utenti principali di domani. Il mondo della tecnologia sembra averlo capito, e non lo perderà d’occhio.

Elio Errichiello

Ti potrebbero anche interessare: